Reply

Il Sesia

« Older   Newer »
waltercavedano
view post Posted on 5/2/2010, 14:32 Quote




Il suo nome è molto antico e deriva da Plinio o Ennodio che lo denominarono “Setium” e “Sessis”. Nasce dai ghiacciai del Monte Rosa a quasi 2500 m.s.l.m. .


image


image



image



image





Nel tratto montano, caratterizzato da una forte pendenza il fiume, erode le grandi rocce del proprio alveo. Scendendo verso valle la minore pendenza e la diminuzione della velocità dell’acqua permettono il deposito di ciottoli, ghiaia, sabbia e materiali più fini .Nel primo tratto fino a Varallo riceve in sponda sinistra gli affluenti Sermenza e proprio dentro il paese ultimo citato il noto Mastellone mentre dall’ altra sponda l'Otro, il Vogna, l' Artogna, il Sorba, il Valmala e il Gavala. Giunto presso Varallo compie un'ampia curva assumendo direzione sud, raggiungendo in breve la cittadina di Borgosesia dove riceve da destra il torrente Sessera dal biellese . Il fiume si è già ben allargato e lascia intravedere spiagge di grossi sassi unite a tratti ove prevalgono ancora le grosse rocce. I prelievi idrici cominciano a farsi consistenti e la Roggia Mora a Prato Sesia toglie ancora parecchia acqua per tutto l’anno e più a valle, a Romagnano, nei mesi irrigui, una altra derivazione in sponda destra diminuisce ancor di più la portata .


image

TRATTO KING







Purtroppo la siccità degli ultimi anni comincia a pesare fin troppo e son fin troppi i periodi in cui il fiume è ridotto ad un rigagnolo od anche asciutto.


image


image




Tutto questo “in barba” all’ Art 12 comma 1 della nuova legge regionale del Piemonte... Fino a pochi anni fa il fiume era noto per le piene improvvise e parecchi sono stati i casi di salvataggi in estremis di pescatori rimasti isolati in isolette nel letto del fiume. E pensare che il Sesia o La Sesia come la chiamano i locali ha una portata media alla foce presso Bozzole (AL) di 76 mcs che si classifica come la sesta degli affluenti del PO.

image


Da Romagnano a valle le spiagge si ingrandiscono e hanno ciottolame sempre più fine e le lame , sebben massificate, si allungano e sarebbero interessanti se vi fosse acqua costante. Giunto a Greggio in pieno vercellese delle belle correnti ne caratterizzano il letto e il fiume entra nel parco delle lame del Sesia per uscirne dopo Oldenico. Poco dopo riceve il torrente Cervo già rinforzato poco prima dall’ Elvo, dalla Marchiazza e dal Rovasenda che ne sporca notevolmente le acque ma ne raddoppia la portata e fa diventare il Sesia un gran fiume di pianura.

image



Lambisce la città di Vercelli ed arriva fino a Palestro dove una grossa diga lo sbarra per far fuoriuscire sulla sinistra orografica il canale Sartirana.


image


image


image


Appena a monte 2 grosse lanche fanno da rifugio ai pesci durante le piene. Sulla sinistra, disgiunta dal fiume in momenti normali, troviamo la lanca Brarola mentre sulla destra collegata al Sesia vi è la lanca di Palestro che può essere considerata la più grossa lanca piemontese. Comunque da Vercelli fino al suo sbocco in Po la sinuosità è quella classica descritta nei testi con anse e meandri che vecchie massicciate però non consentono più di formare nuove lanche. Il fondale sotto le massicciate è notevole e la media è di 4 metri con punte di 8-9 come presso gli “spuntoni” di Terranova. Oltre riceve ancora le acque della Marcova e della Bona e termina la sua corsa dopo quasi 140 km.

La pesca e sua gestione
La valle del Sesia e dei suoi affluenti , oltre che dei laghetti alpini, è sempre stata famosa per le sue trote e i suoi temoli. Le acque fino al ponte di Doccio sono sempre state in gestione all’ associazione locale di pesca ma negli ultimi tempi qualche comune montano ne ha reclamato i diritti di pesca nei tratti comunali. . Le tecniche sono quelle classiche alla trota e cioè il tocco, lo spinning e la mosca. Di fronte a Varallo anche un tratto riservato alla mosca valsesiana.
Vi sono cmq altre riserve in loco fra cui alcune dai prezzi esorbitanti.
Per info: Società Valsesiana Pescatori Sportivi di Varallo Via Durio, 22/a - 13019 Varallo (VC) Tel. 0163 52093

image

Da segnalare l’ottima iniziativa di pescatori locali ma non solo per difendere la marmorata ma anche specificativamente l’autoctono temolo pinna blu. www.valsesiapinnablu.it/prima.html
Purtroppo la pesca deve convivere con un altro sport acquatico e cioè il kayak che ha pure parecchie scuole in loco e parecchie sono le litigate sulle rive del fiume.

A valle del ponte nominato un tratto è libero ed a Serravalle comincia il Fishing Tour della FIPSAS di Novara.
Anche questo tratto è a vocazione salmonidi ma cominciano ad esserci ciprinidi che trovano il loro regno nella grossa lama posta proprio a Romagnano che fa parte sempre del citato Fishing Tour. Ottimo posto per la pesca al colpo e anche per il ledgering dopo che nel 2008 è stato tolto uno strano regolamento che impediva l’ uso del pasturatore. Dato che la zona è No Kill questa limitazione è a dir poco grottesca. Parecchi sono i cavedani e i barbi anche di ottima stazza uniti a qualche tinca e trota di discesa. Cmq la limitazione Ledgering persiste nella zona "fra due ponti" in Vercelli sempre No Kill anche.
Più a valle fino alla confluenza del Cervo fare delle belle e/o copiose catture è qualcosa di episodico anche se qualche trota arriva fino alle porte della città risaiola con anche pezzi di taglia. Tentare la loro specifica cattura è cosa da masochisti.Un po di vaironi, cavedanelli e barbotti sono a disposizione ma è meglio non sperare più di tanto. Sono finiti da un pezzo i tempi in cui le “striscie” (lasche) attiravano migliaia di milanesi e non. Per pescare da qua al termine del suo corso è meglio avere sempre la FIPSAS e sapere la legislazione di 3 province perché il percorso passa dalle province di Vercelli, Novara e Pavia in continua alternanza. Rarefatti notevolmente i cavedani vi sono zone piene di carassi come nel tratto vicino alla lanca di Brarolo. I siluri sono copiosi con esemplari fino anche a 50 kg. I barbi europei hanno preso il sopravento sui nostrani ma non dimorano ovunque anche se qualche soggetto ha raggiunto i 5 kg come quello preso dal compianto mio negoziante ed amico Alessandro tentando le anguille di notte nell’ ultima lama del fiume prima che esso raggiunga il Po. La pesca principale diventa quella di fondo anche per la presenza di grosse carpe. Lo spinning vede in primo piano il siluro anche se qualche bel luccio è ancora presente sia nel fiume sia nelle lanche.



image

image

Attached Image: barbo_2_kg_a_terranova.jpg

barbo_2_kg_a_terranova.jpg

 
Top
view post Posted on 5/2/2010, 15:44 Quote
Avatar

Advanced Member

Group:
PESCATORE PADANO
Posts:
2,822
Location:
laveno (lago maggiore)(VA)

Status:


bel fiume il sesia

 
PM Email  Top
view post Posted on 5/2/2010, 23:04 Quote
Avatar

trotaiolo rialista

Group:
Administrator
Posts:
24,757
Location:
CHIUSA DI SAN MICHELE

Status:


Bello si,la terza foto è dalle parti di varallo?

Untitled-1 copy.jpg

Image and video hosting by TinyPic
 
PM Email Web  Top
waltercavedano
view post Posted on 5/2/2010, 23:37 Quote




CITAZIONE (max www.pesca360.com @ 5/2/2010, 22:04)
Bello si,la terza foto è dalle parti di varallo?

Più in sù.....dovrebbe essere la famosa riserva di Piode dedicata alla mosca a circa 60 euro al giorno
 
PM  Top
view post Posted on 5/2/2010, 23:52 Quote
Avatar

trotaiolo rialista

Group:
Administrator
Posts:
24,757
Location:
CHIUSA DI SAN MICHELE

Status:


Tante foto sono testimonianza di un alveo deturpato in modo vergognoso,con sponde innaturali e
acqua bassissimampeccato!

Untitled-1 copy.jpg

Image and video hosting by TinyPic
 
PM Email Web  Top
waltercavedano
view post Posted on 6/2/2010, 00:00 Quote




CITAZIONE (max www.pesca360.com @ 5/2/2010, 22:52)
Tante foto sono testimonianza di un alveo deturpato in modo vergognoso,con sponde innaturali e
acqua bassissimampeccato!

E tu pensa che dove ho scritto TRATTO KING buttava (la FIPSAS) iridee da 4-6 kg e non sò se lo farà di nuovo quest'anno.....di certo butterà roba grossa
 
PM  Top
mauro.patrucco
view post Posted on 7/2/2010, 11:08 Quote




ai scritto:
punte di 8-9 come presso gli “spuntoni” di Terranova. Oltre riceve ancora le acque della Marcova e della Bona

Aggiorna il data base, 8-9 metri qualche lustro fa

La Bona si immette nella Sesia più o meno a Pezzana, è quella che si attraversa percorrendo la statale per Vercelli all'altezza del bivio per Asigliano / Pezzana

La Marcova - nata dalla Gardina e alimentata dalla roggia Acquanero che prima di immettersi nella Gardina si chiama Lamporo - raggiunge la Sesia prima della Stura, una delle più belle risorgive Piemontesi
 
Top
view post Posted on 7/2/2010, 11:14 Quote
Avatar

trotaiolo rialista

Group:
Administrator
Posts:
24,757
Location:
CHIUSA DI SAN MICHELE

Status:


CITAZIONE (mauro.patrucco @ 7/2/2010, 10:08)
ai scritto:
punte di 8-9 come presso gli “spuntoni” di Terranova. Oltre riceve ancora le acque della Marcova e della Bona

Aggiorna il data base, 8-9 metri qualche lustro fa

La Bona si immette nella Sesia più o meno a Pezzana, è quella che si attraversa percorrendo la statale per Vercelli all'altezza del bivio per Asigliano / Pezzana

La Marcova - nata dalla Gardina e alimentata dalla roggia Acquanero che prima di immettersi nella Gardina si chiama Lamporo - raggiunge la Sesia prima della Stura, una delle più belle risorgive Piemontesi

Ciao Mauro,nell articolo Walter specifica che la siccità degli ultimi anni ha modificato le cose.

Untitled-1 copy.jpg

Image and video hosting by TinyPic
 
PM Email Web  Top
mauro.patrucco
view post Posted on 7/2/2010, 11:15 Quote




CITAZIONE (max www.pesca360.com @ 7/2/2010, 10:14)
CITAZIONE (mauro.patrucco @ 7/2/2010, 10:08)
ai scritto:
punte di 8-9 come presso gli “spuntoni” di Terranova. Oltre riceve ancora le acque della Marcova e della Bona

Aggiorna il data base, 8-9 metri qualche lustro fa

La Bona si immette nella Sesia più o meno a Pezzana, è quella che si attraversa percorrendo la statale per Vercelli all'altezza del bivio per Asigliano / Pezzana

La Marcova - nata dalla Gardina e alimentata dalla roggia Acquanero che prima di immettersi nella Gardina si chiama Lamporo - raggiunge la Sesia prima della Stura, una delle più belle risorgive Piemontesi

Ciao Mauro,nell articolo Walter specifica che la siccità degli ultimi anni ha modificato le cose.

A beh allora significa che non ho letto bene
 
PM  Top
view post Posted on 7/2/2010, 11:17 Quote
Avatar

trotaiolo rialista

Group:
Administrator
Posts:
24,757
Location:
CHIUSA DI SAN MICHELE

Status:


CITAZIONE (mauro.patrucco @ 7/2/2010, 10:15)
CITAZIONE (max www.pesca360.com @ 7/2/2010, 10:14)
Ciao Mauro,nell articolo Walter specifica che la siccità degli ultimi anni ha modificato le cose.

A beh allora significa che non ho letto bene

Il sesia l ho visto un mesetto fà andando a Varallo ed è veramente piccolo,poca acqua ma colore e ambienti spettacolo!!!

Untitled-1 copy.jpg

Image and video hosting by TinyPic
 
PM Email Web  Top
9 replies since 5/2/2010, 14:32
 
Reply